Strada facendo. Come arrivate al lavoro?

14 Set

Vado al lavoro ogni mattina coi mezzi pubblici. Lo faccio per motivi ecologici e perché economicamente conviene. Abito così lontano dalla redazione, che solo il metró mi puó garantire un viaggio veloce e sicuro. Ma prima di arrivare nel tunnel, mi faccio una bella sgambata di tre chilometri a piedi. Ascolto musica, canto. Ascolto i notiziari della BBC che mi offrono gratuite lezioni di inglese e di ottimo giornalismo. Meraviglioso è stato ascoltare un audio libro di Enzo Bianchi, il priore della comunità di Bose, letto da Remo Girone.  Parole semplici sulla sua vita, che ti allargano il cuore.
Godermi ogni istante di questo passaggio verso i doveri, le scoperte di lavoro, il caos e le risate di redazione è il mio modo migliore di cominciare la giornata.
E voi? Raccontatemi il vostro tragitto tra casa e ufficio.
E mandatemi Mp3 da ascoltare 😉

Cristina Bianchi

Lasciate qui sotto  il vostro commento!

Annunci

6 Risposte to “Strada facendo. Come arrivate al lavoro?”

  1. Cris settembre 21, 2012 a 9:36 am #

    …l’idea dell’audio libro di Bianchi è geniale, almeno uno si prepara psicologicamente (e spiritualmente!) allo stress della giornata. Corro a cercarlo! 🙂

    • cristinbianchi settembre 21, 2012 a 9:45 am #

      @cristina quell’audiolibro è molto particolare. Trovate uno consono ai tuoi gusti però… L’importante è che sia una narrazione rilassante per camminare, magari una cosa noiosa da leggere diventa easy camminando….;-)

  2. virginia settembre 17, 2012 a 12:41 pm #

    Per me non c’è niente di più produttivo che arrivare al lavoro camminando, accompagnata dalle canzoni degli Strokes o qualche altro gruppo indie. Ma anche Battiato va bene, dipende dal giorno!
    Penso, guardo la gente, provo a indovinare il lavoro delle persone, e spesso mi vengono in mente le idee per scrivere un articolo o una storia.
    Insomma la maratona del mattino è sostanziale per l’ispirazione! Tanto che quando arrivo in agenzia, dopo due kilometri, continuerei a camminare!!:)

  3. Clara Marina settembre 14, 2012 a 11:57 am #

    ho la fortuna di fare solo 4 o 5 fermate di metropolitana. dunqe non mi lamento. non riesco a leggere un libro nè a sentire musica.
    come fai tu qualche volta, mi guardo intorno e studio le facce e i modi della gente. gli studenti dello iulm, i bancari dell’altro centro direzionale, quache commessa del centro commerciale o i camerieri dei bar e un milione di tipi strani come me che a loro volta si guardano intorno. si può dire che io abiti relativamente vicino all’ufficio, ma mi dispiace non aver tempo di leggere. ieri pomeriggio ero da voi e il viaggio mi è sembrato infinito!!! ciao clara

    • cristinbianchi settembre 14, 2012 a 12:35 pm #

      grazie @clara. In effetti si potrebbe anche dedicare un intero post al tragitto in metrò. Io mi sono messa a scattare fotografie ai piedi dei passeggeri e a immaginare le loro vite… 😉

      • strephany settembre 14, 2012 a 7:47 pm #

        Ho sempre trovato interessante camminare ascoltando i grandi discorsi della storia (ci sono un sacco di podcast a proposito…). Quando voglio concedermi un pò più di relax, mi concedo un pò di sana musica, possibilmente dei Florence & the Machine o di Norah Jones (ma solo quando ho davvero bisogno di rilassarmi…)! 🙂

Lascia un Commento (il tuo indirizzo mail resta privato)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: