La community del bus 50

14 Mag

“Speriamo molto nel ministro nero”. Me lo confida così, con parole semplici, B., filippina che incontro sulla 50 che va da Lorenteggio a Cairoli. Vive e lavora da 16 anni a Milano. Sua figlia va a scuola con la mia. La bambina ha 11 anni, non la cittadinanza italiana. “Ma io sono contenta ho il permesso permanente. Tutto in regola, possiamo tornare in Pilippine a vedere i parenti”.
Sul bus stracolmo sale una vecchietta italiana sugli 85 anni, ricurva, con due golf di lana. Tre signore latinoamericane si adoperano per farle spazio. “Scusi, può alzarsi?” chiedono a una ragazza con le cuffiette che non le sente, seduta nel posto riservato agli invalidi (dove spesso mi accascio anch’io quando la 50 è più vuota). Sbuffi generali. Fa caldo. Sulla 50 c’è uno studente nero, molti nordafricani, tanti liceali e universitari della Cattolica. Un manager dagli occhi orientali sta in piedi, composto. “Speriamo molto nel ministro nero”.

20130514-102009.jpg

Annunci

Lascia un Commento (il tuo indirizzo mail resta privato)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: