Archivio | aprile, 2017

Mamme lavoro e post-maternità 

30 Apr

Particolare di “Maternità” di Matteo Curcio

Oggi vorrei condividere con voi questo interessante articolo di Rita Querzé pubblicato su La 27esima Ora

Ecco tutto i motivi per cui dopo la maternità le donne guadagnano meno.

La 27esima ora

Giorno e notte di un venerdì di fine aprile 

28 Apr

Thank’s God it’s Friday. E ancora di più se prima del ponte del Primo Maggio. Insomma, poche ciance. Relax per chi può. Pace per chi non può. 

Buona festa 🎉 

Cristina Bianchi 

Foto ©Cristina Bianchi 

Le montagne lombarde

Milano dal cielo

 

Il 25 aprile a Milano, raccontato per immagini 

25 Apr

Le polemiche sulla brigata a ebraica, scortata dall’Anpi a Milano. Il Pd che sfila vestito di blu. La manifestazione antifascista a Musocco. Niente commenti, ecco solo qualche istantanea che ho colto a Milano, buona visione.

Foto©Cristina Bianchi 

Paolo Sorrentino in giuria al Festival di Cannes

25 Apr

C’è un altro asso da novanta tutto italiano a Cannes dopo la madrina Monica Bellucci. È il regista Paolo Sorrentino, in giuria 

Ecco chi sono gli altri giurati

Pedro Almodovar, presidente della giuria 🇪🇸 

Maren Ade, Regista e produttrice Germania 🇩🇪 

Jessica Chastain,Attrice e produttrice , 🇺🇸 

Fan Bingbing , 🇨🇳 , attrice 

Agnes Jaoqui , Attrice e regista, 🇫🇷 

Park Chan-wook, Regista e produttrore, Corea del Sud 

Will Smith Attore e regista 🇺🇸 

Gabriel Yared, compositore, 🇫🇷  

Lago Maggiore il silenzio che rigenera 

23 Apr

Sono venuta al lago giusto in tempo per godermi il tramonto. Fuori dal tempo. Fuori dalle notizie. Black out mentale così davvero rigenerante come scriveva ieri Elvira Serra sul Corriere della Sera. Il lago per i milanesi e i bustocchi è così. Al sabato, silenzioso. Dolce e rassicurante quando arrivano i primi caldi e i cittadini scappano al mare, in coda per ore per arrivare a Genova. Il lago è slow. Se non ci sei nato ti conquista a poco a poco. Se ci sei nato, forse, vorresti fuggire. Ma io non ci nacqui 🤣

Cristina Bianchi 

Cinque buoni motivi per andare a vedere “La tenerezza” di Amelio al cinema 

21 Apr

Micaela Ramazzotti alla prima del film a Roma


Uscirà lunedì in 200 sale italiane l’ultimo film di Gianni Amelio con Micaela Ramazzotti, Elio Germano, Greta Scacchi e Renato Carpentieri. Ecco cinque motivi per non perderlo

1) Perché è una storia di famiglie ferite, dove i rapporti tra il padre e i figli ormai grandi sono interrotti da tempo.  Ma la figlia un tempo adorata (Giovanna Mezzogiorno) sotto la dura scorza di traduttrice ferrea in tribunale, rincorre questo padre ruvido in ogni modo. “Come fai a perdonarlo?”. “Perché un padre è un padre ” risponde lei al fratello fricchettone.

2) Perché Micaela Ramazzotti è di nuovo al meglio nel ruolo di Michela, la vicina di casa del vecchio. Nel film ha un marito (Elio Germano) pieno di angosce profonde, ma sa offrire alla cinepresa e alla vita un sorriso vero, sempre pronto ad accogliere.

3) Perché tocca temi universali e potrebbe aspirare a premi internazionali 

4) Perché chi di noi non ha ferite alle spalle? E anche se il film è drammatico, non perdetevi l’ultima inquadratura finale.

5) Perché è girato in una Napoli vista con gli occhi degli “stranieri”  (protagonisti che  vengono da Ostia, da Trieste, e una magnifica Greta Scacchi, su cui torneremo). Certo, Napoli l’abbiamo appena vista molto in TV nei Bastardi di Pizzofalcone. Ma qui lo sguardo è molto diverso. 

Fatemi sapere presto il vostro parere. Parliamone. Seguiranno aggiornamenti!

La vostra gita di Pasquetta 

18 Apr

Come è andata la gita di Pasquetta? Oggi al lavoro non si parla d’altro così come nei tempi morti si parla del meteo e a pranzo si parla sempre di cibo. 

Io per una volta ho cambiato meta e trascinata da Flavia & C sono finita in Val brembana. Avete presente un imbuto di auto?

Non solo. Secondo la legge di Murphy che ben mi perseguita, in montagna nuvole e pioggerelle, sul mio balcone a Milano sole stupendo. 

Però che bellezza rivedere gli amici, scarpinare nel bosco e brindare col vino 🍷 rosso profumato delle valli. Ho anche scoperto un pezzo di storia. Quella della famiglia dei Tasso, i primi a inventare la posta moderna in Europa, che da un buco di valle, grazie alle guerre e allo spirito industriale dei tempi, hanno esportato in Europa la posta moderna. Fino a ricevere il titolo nobiliare di Thurn und Taxis. Per non parlare di Torquato Tasso, nato a Sorrento ma con gli avi originari di qui. 

E voi, raccontatemi la vostra Pasquetta!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: