Archive | Femminicidio RSS feed for this section

Era meglio se usciva a prendere le sigarette

19 Giu

«Con il divorzio i figli restano». Con queste parole, Carlo Lissi ha spiegato le sue ragioni per aver ucciso a coltellate la moglie Maria Cristina Omes, 38 anni, e i due figli, Giulia, di quasi 5 anni e Gabriele, di 20 mesi, nella villetta di Motta Visconti, nel pavese. Località dove un tempo, i milanesi che non avevano ancora la villa al mare, andavano a prendere il sole e a fare il bagno lungo il Ticino.

20140619-101701.jpg

Maria Cristina Omes nel giorno delle nozze con il marito Carlo Lissi (foto dal suo diario di Facebook)

Colpisce la lucidità, con cui sembra aver studiato i suoi gesti, spinto dalla passione per una collega, pare non ricambiata.E poi, quel dire «Con il divorzio i figli restano», come un altro direbbe «Esco a prendere le sigarette».

E non avere il coraggio di dire: “Ho sbagliato, non ti amo più, forse non ti ho mai amato”. Era meglio se usciva a prendere le sigarette.

Riduttivo chiamare solo femminicidio questa ennesima strage. Dove nessuno ha voluto o potuto sentire le grida di un famiglia straziata. Non vedo. Non sento. Non parlo. Come per quei lunghi anni che ci separano dal delitto di Yara. Qualcuno sospettava. Una madre sapeva. “Non parlate, pregate” ha detto il parroco. Fino alla prossima strage?

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: