Archivio | Festival di Cannes RSS feed for this section

Al Festival di Cannes vincono le donne

19 Mag

Brave. Bellissime. Con o senza rughe . In attesa della Palma d’Oro, una cosa è certa: al 68esimo Festival di Cannes vincono le donne. Da Cate Blanchett a Rooney Mara, protagoniste di Carol, di Todd Haynes, storia d’amore tra una ricca borghese e una commessa dei grandi magazzini negli anni 50.  Alla bellissima regista Maïwenn, ex modella, che ha diretto Mon Roi, con Vincent Cassel ed Emmanuelle Bercot, storia di love addictions, amore e dipendenza nella coppia (altro che 50 sfumature!).   

Cate Blanchett in Carol @FDC

 Da Salma Hayek in versione femminista (suo il discorso contro il sessismo a Hollywwod dopo  Il racconto dei racconti di Garrone), alla nostra Margherita Buy, in lacrime eppure bellissima per gli applausi a Mia madre di Moretti, a Giulia Lazzarini, per la prima volta sul red carpet dopo una vita tra teatro e prosa in tv.  

Salma Hayek con Matteo Garrone e Vincent Cassel (a destra)

 Finora sono passate dive belle e sfrontate sul red carpet, di molte età. Come Diane Kruger, 38 anni,  in blu Dolce e Gabbana con vista su mutandine rosse, a Jane Fonda, sirena blu elettrico, immortalata mentre fa una linguaccia.  

Emily Blunt a Cannes @CristinaBianchi

 Dolcissima con i fan Emily Blunt. Ma la sua parte in Sicario di Denis Villeneuve è tostissima: agente dell’Fbi in prima linea, reclutata per una sporca missione dal misterioso Benicio Del Toro, in una sorta di western dei nostri tempi ai confini tra Stati Uniti e Messico. Tra tutte chi è la migliore? È presto per dirlo. Domani si attende Sorrentino con Youth- La Giovinezza con big come Michael Caine, Harvey Keitel, Paul Dano ma anche Rachel Weisz e Madalina Ghenea. Vedremo. Da segnalare, in questo Festival di corpi, Eros e Thanathos, le grandi attrici che si mostrano sul set nella loro nudità non fotoshoppata: tra molte, Isabelle Huppert col volto solcato di rughe e segni di guerra in Louder than Bombs, ed Emanuelle Bercot sotto la doccia durante una dolorosa riabilitazione in Mon Roi. Così belle, così vere. Chapeau.

Cristina Bianchi 

E voi, per quale film o attrice fate il tifo? Scrivete nello spazio commenti qui sotto


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: