Archivio | movies RSS feed for this section

Star Wars VII il film, nelle mani di una donna

16 Dic

La principessa Leila (Carrie Fisher) è un vecchio generale. Ian Solo (Harrison Ford) un anziano contrabbandiere. Lui più pensionato di lei.
E Luke Skywalker? Perso nelle galassie. Nascosto chissà dove, e pentito per non essere riuscito a educare uno dei suoi allievi migliori il quale è passato al Lato Oscuro della Forza.
È Star Wars VII bellezza, e tu non puoi farci niente.Unknown-1 La trama è poca cosa (e non spoilerabile) per dire l’ennesimo scontro tra buio e luce, Yin e Yan, Jung e Freud, passato e futuro. Maschile e Femminile.

C’è un po’ di tutto, forse un pó troppo, nella settima puntata della saga longeva: lunghissime  battaglie in stile videogames, Preistoria e Futuro. C’è la retorica dei cattivi vestiti coi cappottone alla Stalin (ma così smilzo e così cool) con tanto di stendardo rosso alle spalle (dubbio: il saluto che fanno è pugno-chiuso o nazista?).

daisy ridley

Rey, interpretata da Daisy Ridley, la nuova eroina della saga Star Wars

Per fortuna la musica cambia con la nuova eroina, Rey, una formidabile e promettente Daisy Ridley, londinese, cresciuta come attrice di musical. Rey/Ridley somiglia tanto alla Katniss di Hunger Games e alla Tris di Divergent. Ovvero Jennifer Lawrence e Shailene Woodley, tra le attrici più pagate di Hollywood. La ragazza si farà. Ma qui la domanda è un’altra: riuscirà una donna a salvare la Repubblica dalla fine imminente ?

P.S. C’è anche un Adam Driver sorprendente. E un “Obama” nero, traditore coraggioso e pasticcione, John Boyega, londinese anche lui. Ai filoTrump che hanno lanciato su Twitter l’hashtag #boycottstarwarsVII  ha  risposto: chissenefrega. Tanto si sa, tutti nel mondo vedranno il film a prescindere.

Cristina Bianchi

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: